Sole

E’ ritornato il sole, quando piove tutto diventa grigio e perde i bei colori, solo l’acqua che esce dal rubinetto si colora di marrone, si riempie di terra. Ieri un francese che viaggia coi due figli adolescenti per il mondo in barca a vela chiedeva con insistenza di bere l’acqua del rubinetto: “Non lavoro, e comperare quella in bottiglia è troppo caro per me.” E insisteva, con la tipica insistenza degli uomini ottusi. E non poteva credere alle mie parole, che non bastassero 5 minuti di bollitura, ma ne fossero necessari molti di più, “Almeno mezz’ora,” gli avevo detto, “E non basta, qualche germe può ancora restare, è necessario avere un filtro e filtrare l’acqua dopo averla bollita, parola di una vecchia africana!” E’ dovuto passare dal medico del villaggio per convincersi, e quando ci siamo ancora incontrati nella bottega aveva delle pastiglie disinfettanti in mano, le sue tasche erano veramente vuote per rischiare una bella parassitosi bevendo l’acqua fangosa di qui. Non mi sono nemmeno fatta la doccia, pensando che sarebbe stato inutile lavarsi, almeno con quell’acqua. Mi ha fatto piacere vedere che in giro per il mondo c’è qualcuno di più disperato di me, che sono qui che alterno momenti di coraggio, pronta ad imbarcarmi per arrivare a Fatu Hiva, a momenti di paura, visto che ancora non ho rinviato il volo per tornare a Tahiti. Deciderò lunedì. Certo, se non avessi fortemente sofferto il mal di mare mi sarei imbarcata gia’ da tempo su di “un cargo battente bandiera liberiana” senza alcuna esitazione! Mi sto riposando, i segni dei feroci nunù stanno passando, non voglio espormi al sole prima di riavere la mia pelle liscia come sempre, per evitare che resti macchiata. Ad una certa età meglio fare attenzione e preservare quello che la natura ci ha lasciato. Oggi ho camminato in riva all’oceano, il suono ed il colore delle onde mi hanno attirata, e così le mie ciabattine si sono riempite di fango, sono diventate pesanti, era come camminare su di una zeppa a ventosa che mi teneva incollata alla fanghiglia, come se volesse farmi prigioniera. Ma mi sono divincolata, ho alzato bene i miei piedini e sono riuscita a sfuggire alla forza della terra che mi voleva trattenere. Trattenere, non mi è mai piaciuto essere trattenuta, la libertà mi è fondamentale per vivere, a volte non ho potuto spiccare facilmente il volo, ma ora sembra che nella mia vita tutto si sia arrangiato, che tutto funzioni e mi permetta di volare, speriamo non solo lontano ma anche in alto. Mi chiamo Manu, Manu che nella bella lingua polinesiana significa uccello, qui l’usanza è di dare ai nuovi nati un nome che rappresenti il loro carattere e mai nome poteva essermi più appropriato. Mi chiamo Manu, Manu in marchisiano significa squalo, e mai nome poteva essermi più appropriato per la forza distruttiva che a volte mi pervade, per questa energia negativa che mi esce dal profondo e tutto distrugge, senza alcuna pietà. Sono anni che cerco di dominarla e qualche risultato sono riuscita ad ottenerlo, ma guai distrarsi, potrebbe in un attimo prendere il sopravvento. E rovinare tutto.

20110828-095030.jpg

Annunci

Informazioni su fiore765

Una tardoncella di 53 anni che ha lavorato fino alla cinquantina come achitetto, 'mère cèlibataire' di un ragazzo oramai uomo con una buona professione avviata, che ho cresciuto da sola; dopo una vita ricca di responsabilita' ho felicemente perduto il lavoro (che era interessante e non avrei mai pensato di lasciare). Dopo un primo momento di disorientamento mi sono indirizzata verso la mia grande passione: andare alla scoperta del mondo! Cosi' sono partita per il Pacifico.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...