Hawaki Nui – Tahaa

20111113-163510.jpgLuna piena, e’ ancora luna piena quando la nave salpa da Huahine, la selvaggia, ed illumina con i suoi riflessi argentati la liscia superficie marina. Non prenderò la pasticca contro il mal di mare stasera, il mare e’ veramente una tavola, i riflessi argentati gli danno un aspetto magico, da favola. Ed ecco che dal ponte inferiore, sotto a dove mi trovo, qualcuno getta in acqua una candida corona di tiare’, dopo poco una seconda e via, una terza, una quarta…. Gettate in silenzio nell’oscurità della notte… Una muta offerta all’oceano, a quell’oceano che domani ospiterà le piroghe per l’Hawaiki Nui, la corsa più importante dell’anno, quella che rappresenta le grandi migrazioni oceaniche del popolo Ma’hoi, in cerca dell’isola dove insediarsi, della terra promessa, del paradiso terrestre.
“C’e’ un tempo per essere albero ed un altro per essere piroga” dice un detto polinesiano, ed e’ per questo che dopo una vita da albero, ma non troppo, ora mi sento proprio una piroga. E improvvisamente comprendo cosa mi lega a questo popolo così forte e particolare, la ricerca, questa continua ricerca di in qualcosa, senza nemmeno sapere bene cosa, la ricerca di un luogo, di una sensazione, di un incontro…. Qualcosa di risolutivo che appaia dietro all’orizzonte che dia un senso alla vita, alla mia vita.

La seconda tappa e’ all’interno della barriera corallina, apparentemente più semplice, in realtà le piroghe sono tutte insieme, ci si può trovare a remare con 50 piroghe avanti e 50 alle spalle, in uno sprint di 26 km una prestazione da veri atleti! Quest’anno e’ il 20esimo anno di questa manifestazione con il record di 110 piroghe iscritte! Italiani, dove siete?20111110-170239.jpg20111110-170230.jpg

Informazioni su fiore765

Una tardoncella di 53 anni che ha lavorato fino alla cinquantina come achitetto, 'mère cèlibataire' di un ragazzo oramai uomo con una buona professione avviata, che ho cresciuto da sola; dopo una vita ricca di responsabilita' ho felicemente perduto il lavoro (che era interessante e non avrei mai pensato di lasciare). Dopo un primo momento di disorientamento mi sono indirizzata verso la mia grande passione: andare alla scoperta del mondo! Cosi' sono partita per il Pacifico.
Questa voce è stata pubblicata in Fatti, Tradizioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...